Preparazione del primo appezzamento - soia 2019

Concimazione, semina, diserbo

Dopo una lunga pausa, dovuta a condizioni meteo avverse, finalmente sono proseguite le lavorazioni del progetto EFFICIENT FARMING, avvantaggiate dalla tecnica dello Strip Till.

Le lunghe e frequenti piogge della primavera 2019 hanno spostato inevitabilmente molto avanti il periodo della semina. Marco Soave ha approfittato della finestra di bel tempo che si è verificata tra il 21 e il 24 maggio per procedere con le ultime lavorazioni e la semina vera e propria.

Approfittando di qualche ora di sole, il 21 maggio è stato distribuito PheoScor di TIMAC AGRO Italia. L’obiettivo dell’utilizzo di questo prodotto è quello di espandere l’apparato radicale della soia il più possibile grazie alla Tecnologia Roullier Top-Phos, unica molecola di fosfato monocalcico non soggetta a fenomeni di retrogradazione nel suolo. Grazie allo spandiconcime Interfilare di Vanoni Macchine Agricole in un paio d’ore il lavoro era terminato. Tutto il procedimento è stato effettuato con il sistema di guida automatica RTK AvMap Farmnavigator, che ha permesso al mezzo di seguire con grande precisione le linee guida impostate precedentemente.

Grazie al meteo stabile tra il 22 e il 25 maggio Soave ha fatto un passaggio leggero con lo Strip Hawk Easy di MOM Officine per preparare il letto di pre-semina.

L’utilizzo della tecnica dello strip till, in una situazione difficile come quella di quest’anno, ha permesso di lavorare anche quando con le tecniche tradizionali non era possibile. Operando solo sulle file, il suolo resta più compatto e sopporta meglio il passaggio dei trattatori che montano pneumatici più sottili. Nonostante la grande umidità del terreno, Marco Soave ha potuto procedere con un passaggio di strip till ad una profondità di circa 19/15 cm senza rimanere impantanato.

Il 23 maggio, finalmente, è stato possibile procedere con la semina della soia dividendola sui due appezzamenti:

  • Sul campo da 4,7 ha è stata seminata la varietà P18A02 con una densità di 42 piante al metro quadro,
  • La P21T11 è stata seminata su 4 ha con una densità di 36 piante al metro quadro.

Questa scelta è stata dettata dal fatto che le due varietà presentano caratteristiche differenti. La P18A02 ha un ciclo più corto con un’emergenza precoce e tende a ramificare meno. Per questo motivo gli esperti di Pioneer Hi-Bred Italia hanno consigliato una maggiore densità di semina.

Il giorno, prima delle nuove piogge, è stato fatto il trattamento in pre-emergenza con Alcance Sync Tech di Corteva nella dose di 2,5 l/ha accompagnato da Mesozin a 0,3 Kg/ha per tenere sotto controllo le infestanti.

Rispetto agli altri anni abbiamo un mese di ritardo” ha commentato Marco Soave, “ma il terreno era fresco ed umido, una condizione ottimale per la soia”.

“Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Scroll to top